jump to navigation

Già che ci siamo… 27 settembre 2007

Posted by chiaradavinci in scanzonamenti.
trackback

Lungo il viaggio
e anche noioso
arriviamo affaticati
le valigie son pesanti e i vestiti stropicciati

Meno male
eccoci qua, in un albergo illuminato
una stanza c’è per noi
noi che abbiam tanto viaggiato

So tutto
di questi posti ormai
e il freddo so
di questa chiave in mano a me

E ti prepari ad abitare
questa stanza come fosse
una casa
e io che aspetto

Mentre metti nei cassetti
la tua roba e anche la mia
e al di là della finestra
c’è una luna strepitosa
che ci guarda con tristezza

Luna di marmellata per noi due
che abbiamo casa e figli tutti e due
ma abbiam sorriso senza alcun pudore
all’idea di un ultimo amore

…perché Paolo Conte è sempre Paolo Conte.

Annunci

Commenti»

1. chetelodicoafa'? - 27 settembre 2007

e allora?

2. chiaradavinci - 27 settembre 2007

chetelodicoafa’, la frase “il tempo è una marmellata” mi ha sconvolto, ma non ha ricevuto nemmeno un commento. volevo vedere se almeno Paolo Conte era più stimolante. dici di no, eh?

3. hs - 27 settembre 2007

il tempo è una marmellata? anche il concetto di “ultimo amore” (letzte Liebe) è assai profondo: mi viene in mente l’ultimo Dio di cui parla Heidegger (quando afferma: «ormai solo un Dio può salvarci»).

4. chiaradavinci - 28 settembre 2007

quell'”ultimo amore” buttato lì, alla fine della canzone è il cioccolatino della buonanotte. Conte è un mago per queste cose, mette quelle due paroline laggiù per dare loro risalto e per assolutizzarle (così si capisce che è proprio l’ultimo e non ce ne sono più, triste ma sublime).

per quanto riguarda l’ultimo dio, be’ hs, è morto pure quello. come dicevo da un’altra parte, dio s’è suicidato, Marx l’hanno ammazzato mentre Bush purtroppo sta proprio bene.

comunque sì, il tempo è una marmellata. un concentrato gelatinoso e immobile che tiene insieme le cose più assurde e disparate. anche Aristotele è morto, da un pezzo.

5. hs - 28 settembre 2007

no, aristotele vive.
e da alcuni decenni è in atto (in germania) una autentica rehabilitierung della sua filosofia pratica. alla faccia di kant e di ogni rigorismo e/o etica deontologica.

p.s. ancora non riesci a commentare da me? è strano: ti ricordi come si usa blogger, sì? : )

6. chiaradavinci - 28 settembre 2007

va a finire che tra un po’ riabiliteranno anche Sant’Anselmo. e io dovrò riabilitare Kant (e il suo imbuto).

7. hs - 28 settembre 2007

mah… filosoficamente parlando anselmo di canterbury è un evergreen. non è mai passato concretamente di moda. è sempre presente in modo trasversale e convinto: una specie di mastella della riflessione teologica e filosofica occidentale.

8. my - 28 settembre 2007

ehm.

volevo commentare, per ringraziarti anche di essere passata da me…

ma….

non ci sto capendo niente 😦

va bhè, aspetto un post più plebeo, per ignorantoni insomma 😀

cmq grazie!!!!!

9. chiaradavinci - 29 settembre 2007

hs, questo tuo ultimo commento mi conferma che la mia antipatia per Anselmo (e per la sua prova ontologica) è più che fondato. forse il primo a riabilitarlo ufficialmente sarà Grillo.

my, ma figurati, passa, scrivi e commenta ciò che vuoi, come vuoi e chiedi pure lumi se qualcosa non ti è chiaro. qui si parla di tutto e soprattutto a tutti.
comunque era da un po’ che provavo a lasciare un commento da te, ma Blogger per qualche arcana ragione mi ostracizzava.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: