jump to navigation

Natale in Germania 5 dicembre 2007

Posted by chiaradavinci in Senza categoria.
Tags:
trackback

No, non è il nuovo film dei Vanzina. È solo che è iniziato l’avvento, l’Adventszeit tedesco.

Quello degli Adventskalender,[1] dei biscottini al burro e alle spezie,[2] il vin brulé e i soprattutto i famigerati mercatini di Natale. Ora sono di moda anche qua, ma sfido chiunque non sia parente della Regina d’Inghilterra a trovare qualcosa di suo gusto e di adatto alle sue tasche.

Ho delle amiche tedesche che iniziavano a preparare i regali di Natale a luglio. E avrei pagato per vedere la faccia di quella che andò in visita alla famiglia livornese del fidanzato portando come dono una tovaglia in lino che lei stessa aveva ricamato a mano. Dicevo, avrei voluto vedere la sua faccia quando i fratelli del fidanzato, lamentando l’assenza dei tovaglioli – che in Germania sono un optional – si pulirono la bocca coi lembi della stessa. E avrei anche pagato per vedere la faccia della suocera non appena vide il rarissimo abete bianco che la (oramai non più) futura nuora le aveva portato quale presente personale. Non so se lo disse, ma di sicuro pensò: “E ora chi li spazza tutti quegli aghi?”

Ogni famiglia tedesca ogni anno sega un abete alla radice e passato Natale lo butta. Mi facevano due zeri così con il disboscamento dell’Amazzonia e poi mi radevano al suolo la Foresta Nera. Questo è razzismo.

E vogliamo parlare delle lucine di Natale? I tedeschi che ti rufolano nella spazzatura per vedere se hai separato l’imbottitura delle microbuste da spedizioni (quelle che straborda anche il francobollo, per intenderci) dalla carta delle stesse, che ti guardano male se per fare 20 km nel bel mezzo di una tormenta usi la macchina e non la bici (magari pure sgonfia, perché così duri più fatica e fai anche penitenza, già che ci sei metti anche il cilicio, tanto male non ti fa), che alla cassa al supermercato ti fulminano con lo sguardo se compri il latte nei cartoni e non nelle bottiglie, a Natale spendono e consumano quanto la provincia intera di Isernia in un anno per quelle orrende catene di luci che spero si fulminino tutte insieme in un gran botto atto a coprire tutti i loro cori natalizi.

Comunque, nonostante tutto, il Natale là è sempre meno peggio che qua.


[1] Una splendida invenzione, senza dubbio.

[2] Io li preparo e li regalo ogni anno, ma mi fanno tutti le boccacce e secondo me come giro l’occhio li buttano pure.

Annunci

Commenti»

1. Nandina - 6 dicembre 2007

mi traduci la vignetta (se si può…) 😉

ehi. ma io domani devo addobbare il mio abete finto con tutti quelli addobbi made in china!
E tutte le lucine made in china (ma della coop).
e DEVO, ripeto DEVO comprarei torroncini Barbero ricoperti di cioccolato fondente.

2. chiaradavinci - 6 dicembre 2007

“sì… sì, va bene… insomma, non è stato bravo… capisco… niente regali… ma va picchiato a sangue il moccioso… va bene… me lo dite solo ora…”

è tremenda, lo riconosco!

3. zajchik - 6 dicembre 2007

rufolare, omioddio da quanto non lo sentivo dire
io adoravo il natale e spero di rionorarlo fuffosamente quanto prima. per adesso vorrei chiudere gli occhi e scoprire che è gennaio. ma si sopravvive. 😉 baci bellezza

4. nietta - 7 dicembre 2007

anche i sudtirolesi usano gli abeti veri. usare un abete finto, magari con gli addobbi made in china già fissati sopra per un sudtirolese è estremamente kitsch… gli ecologisti usano tutti gli anni lo stesso albero piantato nel vaso (finchè non è troppo alto per farlo entrare dalla porta).
devo ammettere che appartengo a quelli che lo comprano vero e poi lo butta. ma non lo trovo così tremendo: sono alberi che vengono piantati apposta… ne ripiantano in continuazione…

la storia dei tovaglioli è vera ed è così anche per i sudtirolesi: sto con schatzi da 5 anni ma ancora mi devo abituare al fatto che a casa dei suoi il tovagliolo (di carta, mai di stoffa) devo sempre richiederlo come se fosse un optional (mi sento scema ogni volta). a casa mia la prima cosa che mettevo in tavola quando apparecchiavo erano i tovaglioli di stoffa! ogni volta mi chiedo: ma come fanno senza? o siamo noi italiani a sbrodolarci la bocca più di loro? bah…

5. Michè - 7 dicembre 2007

I tovaglioli, da quando sono qua, ho quasi smesso di usarli anch’io. Non mi mancano affatto. È vero che, se sto mangiando, mi piace pulirmi la bocca prima di bere, in modo da non lasciare tracce di cibo sul bicchiere. Ma qui tanto a pranzo non si beve e di sera c’è il tè, servito in tazza. Quindi non si pone neppure questo problema.

Quanto agli alberi di Natale, io appartengo alla categoria di quelli che non lo comprano proprio. Un paio di anni fa a Parigi, vedendo che non avevo l’albero, due amici mi hanno “prestato” un alberello finto, con tanto di occhi e berretto da Babbo Natale. Trasalivo ogni volta che ci passavo davanti, perché l’alberello iniziava improvvisamente a cantare We wish you a merry Christmas con voce metallica da robot.

I miei genitori in compenso da qualche anno comprano soltanto abeti veri in vaso, che dopo le feste trapiantano in giardino. Così adesso di fronte alla casa c’è praticamente una pineta, anzi no, un’abetaia.

La vignetta è terribile, ma ho un piccolo dubbio in merito alla traduzione. Io avevo capito l’ultima frase nel senso di: “Tutto apposto, mi avete avvisato appena in tempo.” Ma forse mi sbaglio. Sullo spreco energetico in compenso sono completamente d’accordo con te, anche se secondo me in altri paesi, come negli USA, è ancora peggio (con l’aggravante che, a differenza della Germania, gli USA non hanno neppure uno straccio di politica energetica).

6. Nandina - 10 dicembre 2007

ho letto politica energetica?
argh! 😉
scusate, deformazione professionale…

7. Il cicerone di Berlino » Buone Feste! - 18 dicembre 2007

[…] ultimi e in particolare l’ultimo dell’anno nella capitale tedesca. In caso vi doveste  irritare per le tipiche usanze tedesche di questo periodo o essere annoiati dei tradizionali mercatini di […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: