jump to navigation

Cicli e ricicli 1 febbraio 2008

Posted by chiaradavinci in da vinci's family.
Tags: ,
trackback

Da bravo figlio di dring, prima di fare le cose marlonbrando chiede il permesso. Vuole il ciuccio? Lo prende, lo indica al genitore presente, fa sì con la testa e se lo mette in bocca indipendentemente dalla nostra risposta, dimostrando così di essere figlio pure di sua madre.

Dal padre ha ereditato anche una certa tendenza all’ordine. Già da qualche mese, se a merenda mangia una banana o un mandarino, va a buttare le bucce nella spazzatura. Non ditemi che sono una brava mamma, perché non gliel’ho insegnato, mi sa che è una di quelle cose che stanno in un cromosoma che mi manca.

Ieri ha finito i biscotti, ha appallottolato la busta vuota e l’ha buttata nella spazzatura. Io l’ho abbracciato forte e gli ho detto che sono molto orgogliosa di lui. Il babbo invece l’ha guardato maluccio: “Le buste come quella vanno trai rifiuti riciclabili, non tra quelli biologici.”

Annunci

Commenti»

1. Lupus (h)omo ecologicus - 1 febbraio 2008

I primi tempi con il mio glaucopide dring – eh, già, è ufficiale, ora che è trascorso il periodo del “fidanzandato” e siamo in quello del “nubendato” in attesa del suo passaporto spagnolo per convolare a giuste nozze dai nostri più civili cugini, anche il dopo il padre dring mi ritrovo pure il compagno dring, rompi quanto tutti i dring: sarà kharma? -, una prima accesissima discussione fu sulla qualità “disposable” dei profilattici usati: tra i riciclabili o tra gli organici? Ovviamente il razionale di casa – che però all’università insegna ai suoi dottorandi in quanti modi i Puffi potrebbero farsi beffe di Gargamella e si stupisce che i ragazzuoli gli chiedano chi sia Gragamella: io gli ho suggerito di cambiare con Dragonball o i Gormiti, lui mi ha guardato interdetto… -, sostenne che non erano né l’uno né l’altro e io non osai obiettare che nella raccolta differenziata non esiste un sacchetto per i “né riciclabili né organici”, lasciando a lui decidere cosa farne, nel terrore che nel puntiglio ingegneristico a me ben noto decidesse che bisognasse raccoglierli in un mucchietto a parte fino a quando lui non avesse trovato la soluzione al dilemma… e come sappiamo bene, i dring le soluzioni ai dilemmi le trovano anche, ma con tempi piramidici e applicazioni zigurratiche… Dopo i dovuti accertamenti e l’ingresso nei preparativi nuziali, la tecnologia è stata accantonata – siamo una coppia borghesemente monogama… e ci piace assai! -, con buona pace sua e sonni tranquilli miei: non mi sarebbe piaciuto punto che aveste dovuto leggere nei quotidiani – e caso mai a colazione -: “Traduttore sommerso nel sonno da pila di preservativi usati….”, morte poco onerevole per me e piacevole per il lettore davanti a una ciotola di biscotti ammollati nel latte, nespà?

2. nuwanda - 1 febbraio 2008

A questo punto non resta che fare da mamma al papà di Marlon Brando, che magari ti aiuterà anche un po’ nel gravoso compito.

3. chiaradavinci - 2 febbraio 2008

Lupus, sai bene che a me del matrimonio non me ne frega nulla, però sono felicissima che l’amore trionfi. Anche sulla spazzatura. Anche sugli ingegneri. E sempre e comunque W Zapatero.
Se al matrimonio dovesse servire un’interprete, fammi un fischio (tutte le scuse sono buone per tornare in Spagna).

Nuwanda, il babbo di marlonbrando ha già una mamma meravigliosa, alla quale non vorrò, né potrò mai sostituirmi.

4. Barbara - 3 febbraio 2008

Vedi, non è il cromosoma a noi mancante, è metodo. Gli fa il lavaggio del cervello anche quando tu non lo vedi, e il bambino apprende. Mi sa che anche il mio ICT fa così, ricordo che anni fa, esasperato da me è sbottato: come faremo mai a in segnare ai figi ad essere ordinati, con il tuo esempio (era quando non avevamo figli, da allora non me lo dice più – sennò divorsio e me li riporto in Italia, toh!).

Lupus, la regola è il meno riciclabile, non una questione di principio, glielo hai detto? O divide, cioè svuota nell’uno e getta nell’altro (so che non vuoi manco pensarci) o butta tutto tra la roba che avanza. Non vorrà mica far finire la parte organica tra il fertilizzante spero, anche se a rigor di logica o di semantica ci sta tanto bene. Ma tanto adesso vi sposate e il problema si risolve dassé, no?

Ciao,

Ba


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: