jump to navigation

La badante di Carlotto 15 luglio 2008

Posted by chiaradavinci in egolalia, lector in fabula, supercalifragilisti.
trackback

Sono stati giorni un po’ convulsi, con la vita a sgomitare per avere il sopravvento su tanta letteratura, scrittori più o meno affermati, pazzi geniali e varia umanità.

Ho deciso che il mio primo romanzo si intitolerà “La badante di Carlotto” e avrà come protagonista una madre di famiglia catapultata in mezzo a un nascente festival letterario di una cittadina di provincia, organizzato da donne in gamba e purtroppo ancora troppo poco frequentato. Ci saranno accuse mendaci di giovanilismo, imitazioni di Guccini alticcio, porci e Uomiragni, mamme orgogliose, oncologhe bellissime in seconda fila,  informatici con lo zaino ed eccelsi scrittori attempati e colpevolmente astemi a sghignazzare. E poi intellettuali con la coda di cavallo innamorati di sé e commessi-scrittori che dormono sulle panchine, pronti a copiarsi i titoli a vicenda.  Infine involontarie battute pecorecce su gatti, topi e uccelli.

Il finale sarà aperto, e forse troverà una risposta all’annosa questione su com’è possibile che un latitante biondo, alto 1,90, dai penetranti occhi verdi e dalla bellezza sconvolgente sia riuscito a passare inosservato per diversi anni a Città del Messico.

Abbiamo già venduto i diritti a una nota casa cinematografica: qui e qui un’anteprima di alcune scene.

Annunci

Commenti»

1. Dante A. Ristori - 15 luglio 2008

Ma dire qualcosa prima, no eh? Comunque complimenti. Non so dire se mi fai più sesso te, la libraia in nero o la violoncellista con le infradito… (o Carlotto?)

2. chiaradavinci - 15 luglio 2008

Dante, ti rimane giusto la violoncellista, perché per la libraia sto distibuendo i numerini e Carlotto è stato opzionato dalla mia mamma.

3. Lupus invidus - 15 luglio 2008

Marò che invidia la gonna gitana – o gitante – fussssia!

4. la pra - 15 luglio 2008

no, ecco, appunto, avvisare no, eh? vabbe’, per stavolta passi, solo perché devono essere state delle gran belle serate! (casomai io sono disponibile alla multiproprietà, con la mamma, eh? così non si spreca nulla…)

5. chiaradavinci - 15 luglio 2008

Lupus, se mi vieni a trovare ti ci faccio fare un giro (e se ti dico chi ce l’ha uguale, ma in verde acqua, muori di invidia).

la pra, non ho avvisato perché voi cittadini avete sempre di meglio da fare e da proporre. noi campagnoli siamo sempre un passo indietro. ho chiesto all’interessata per la comproprietà e ha detto che per te fa volentieri un’eccezione, ma solo se glielo chiedi in anglonipponico.

6. unatraduttrice - 15 luglio 2008

che look, signora! mi inchino. e aggiungo che forse dovremmo iniziare a dare lezioni di stile agli scrittori. o no? 😉
bacibaci
chmp**

7. Lupus exserens - 15 luglio 2008

Affare fatto… passo col Dring personale on the way per la Provenza e lui sostiene farà financo le foto! E già che ci siamo, mi fai dare anche un’occhiata al look che hai deciso per la presentazione di Urbino, così cerchiamo di non indossare le stesse cose durante le VI Giornate delle Traduttrici Pissere… ohps, volevo dire traduzione letteraria! 😉

8. Sandra - 16 luglio 2008

Oh Lupus, ma che, ci sei anche te a Urbino? Quasi quasi ci faccio un pensierino…

9. chiaradavinci - 16 luglio 2008

unatraduttrice, aspetta di vedere il vestitino fusssssia a fiori che ho pronto per Urbino (spero solo che non faccia un freddo porcello, altrimenti dovrò ammalarmi, visto che non ci rinuncio nemmeno morta).

Lupus, avrai l’esclusiva. ma dimmi per bene le date in cui passate perché nelle prossime settimane sarò di nuovo dietro alla scassambrella senior e non vorrei non esserci. organizescion is oll in laif.

Sandra, ma cos’è questa una casa di appuntamenti? 😉

10. unatraduttrice - 17 luglio 2008

ecco, così ora so che dovrò approfittare dei saldi in corso per procurarmi una mise all’altezza 😉

11. federica - 17 luglio 2008

il mio primo film (tratto dal libro) si chiamerà “albinati mi ruba le idee” sottotitolo “anni prima che io mi renda conto di averle”. ma com’è che penso di scrivere un libro filosofico sulla dialettica del mezzo pubblico e lui già l’ha fatto? com’è che andrò a insegnare a rebibbia e penso alla necessità di tenere un diario dell’esperienza e lui già l’ha fatto e l’ha pure pubblicato? mi spia e mi copia, è lampante.

12. chiaradavinci - 18 luglio 2008

traduttrice, tu sarai all’altezza a prescindere.

federica, sei peggio di Meucci! anche quelli del Giudizio Universale hanno copiato (male) un’idea che tu avevi avuto prima di loro. il RecenSito va resuscitato, e il prossimo tema potrebbe davvero essere ‘la copia’.

13. vanessa - 18 luglio 2008

Che classe! Che stile!
E che invidia… se mi vestissi cosi’ io, sembrerei una mozzarella di bufala inciampata nell’abito di Barbie fior di pesca.

Che corsi bisogna frequentare per diventare cosi’?
Se basta il seminario Manfrinato-Marmugi a Urbino compro il biglietto oggi stesso.

14. unatraduttrice - 18 luglio 2008

dunque, per essere all’altezza, dovrò munirmi di tacchi e va bene che a star seduti si può fare (chiaramente porterò in borsa le scarpe rigorosamente flat). vanessa, guarda, se vieni a urbino ti garantisco che l’accoppiata manfry-marmu organizzerà una serie di seminari paralleli incentrati sull’unica cosa che conta davvero: il look, lo stile, e la piastra!

15. chiaradavinci - 18 luglio 2008

vanessa, confesserò qui davanti a tutti che venivo giusto dalla piscina (quindi niente piastra, niente trucco e crema abbronzante a go-go), perché marlonbrando non ne voleva sapere di uscire dalla vasca, abbracciato al suo tubo azzurro urlava alla bagnina (bella e giovane): “aiudo, aiudo” e le rideva in faccia. non era un abbigliamento da presentazione ufficiale, ma pensavo di fare una mezz’ora con Morozzi e via, invece ho dovuto intrattenere pure l’altro e lì ci sarebbe voluto qualcosa di più consono (no, Lupus, non un completo da pornoinfermiera).

unatraduttrice, io metterei l’accento soprattutto sul secondo punto, anche se signore si nasce.

16. zia Vale - 25 luglio 2008

eh mi sa che quest’anno di urbino non se ne parla proprio. pregasi mandare foto in 3D

17. hopesunday - 14 ottobre 2011

mi chiedo come hai fatto a vedere o immaginare una tal fauna di gente in quel racconto ahhaha bella fantasia o begli occhi arguti eheh :-P.vienimi a trovare ma preparati a metterti le mani nei capelli per quello che leggerai ahahh


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: