jump to navigation

Significati e significanti 2 ottobre 2008

Posted by chiaradavinci in da vinci's family, traduzione.
Tags: ,
trackback

Marlonbrando ha capito la differenza tra italiano e spagnolo e, ogni volta che gli insegniamo una parola  nuova, chiede: “Y papa còmo dice?”/”E mamma come dice?”

L’ultimo giorno delle vacanze estive  ci hanno convocato per un colloquio con le nuove  educatrici.  Il nido è sempre lo stesso, ma sono cambiati compagni e maestre, perché siamo passati dal tempo breve al tempo lungo. Proprio quel giorno lui si è svegliato urlando “Mamma: cacca, peste (= puzza tremenda in spagnolo), culo” perché l’aveva fatta e voleva essere cambiato. Con tutto l’amore di una mamma, gli ho spiegato che culo in spagnolo è una parola neutra, la può usare, mentre in italiano è meglio se dice sedere. Arriviamo al nido, lui sceglie l’educatrice all’apparenza più seria e bigotta, le si siede in braccio e le spiega tutto compito: “Babbo dice culo. Capito? Culo. Mamma no, dice sedere. Babbo però sì.”

E anche questo anno scolastico comincia nel modo giusto.

Meno male che gli Svizzeri - a parte Guglielmo Tell - non hanno eroi e sono costretti a mettere De Saussure sui soldi, altrimenti chissà che foto avrei dovuto aggiungere a questo post.

Meno male che gli Svizzeri - a parte Guglielmo Tell - non hanno eroi e sono costretti a mettere De Saussure sui soldi, altrimenti chissà che foto avrei dovuto aggiungere a questo post.

Annunci

Commenti»

1. meeshell - 2 ottobre 2008

Quando avrò un figlio lo manderò a prendere lezioni da marlonbrando!
Dalla mamma invece ho imparato che sulle banconote svizzere c’è il buon Ferdinand, a cui devo l’ottima riuscita di almeno tre esami universitari: questa banconota diventerà il mio feticcio, la voglio!

2. chiaradavinci - 2 ottobre 2008

meeshell, l’unica volta in vita mia che ho perso il portafogli (a Viareggio) l’ho ritrovato subito e intonso. mancava solo questo biglietto da 20 franchi che mi portavo dietro a mo’ di santino. brutta bestia il feticismo…

3. A ognuno il suo (idioma) « egolalìa chiara e tonda - 29 ottobre 2008

[…] Dicevamo che marlonbrando ha capito che in questa casa non si parla una sola lingua. L’altro giorno mi ha portato una mela e ha detto: “Babbo dice manzana, mamma mela.” Poi mi ha guardato pensieroso e ha aggiunto: “Y abuela?” […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: