jump to navigation

Le grandi questioni della vita 5 22 ottobre 2008

Posted by chiaradavinci in egolalia, metablog.
Tags:
trackback

Ma quelli che ti aggiungono come contatto su Facebook senza sapere chi sei, lo fanno perché gli piace farsi i cazzi degli sconosciuti o perché hanno un forte desiderio egofànico?

Annunci

Commenti»

1. Nandina - 22 ottobre 2008

io gente che non mi conosce e che non conosco non ne aggiungo.
però è vero, mi piace farmi i cazzi degli altri 🙂

2. vale - 22 ottobre 2008

lo stesso vale per twitter, che è ancora meno comprensibile visto che la lunghezza massima dei testi è 140 caratteri. ma tanto io ormai mi sono votata a blip.fm… farsi i cazzi degli altri in base ai gusti musicali lo trovo molto più divertente!

3. blip! « tastiere consumate - 22 ottobre 2008

[…] blip! Posted by Valentina under musica   ho appena fatto ufficialmente outing sul blog di chiara: sono perdutamente fissata con blip.fm. Il fatto è che veramente mi riporta indietro di anni e […]

4. Sandra - 22 ottobre 2008

Perché gli stai simpatica, perché ti tova gnocca, perché avete 14 amici in comune, perché ha sentito dire che hai fatto l’interprete ad Ancellotti, perché non cià un caxxo da fare, perché è segretamente innamorato/a del dring e morbosamente vuole controllare la di lui consorte, perché si è innamorato/a perdutamente di te dopo aver visto la foto con le treccine, perché ha una bambina di un anno e mezzo e vorrebbe farle sposare marlonbrando, perché sta facendo una gara per raggiungere prima di qualcun altro il numero di mille contatti, perché…
Potrei proseguire con un altro paio di dozzine di motivi assolutamente inutili per aggiungerti come amica su facebook anche se sconosciuta, se vuoi vado avanti 😀

5. Mammamsterdam - 22 ottobre 2008

e, per chiosare su Sandra, perché non sa la differenza tra una traduttrice e un’interprete e ancor più non sa la differenza tra un’interprete e un’entraineuse, che è uno scarto logico che fanno in molti, e allora con la storia della velina bionda ti ha preso alla lettera e insomma, o traduttrice, o entraineuse o velina bionda per me pari sono basta che me la dai, fosse pure virtualmente, purché non virtuosamente.

Scusatemi, ho appena traslocato in una casa senza bagno e sto temporaneamente accampata in quella vecchia, quasi vuota ma il bagno (e il collegamento a Internet) c’è. mi ha preso la mano.

6. chiaradavinci - 23 ottobre 2008

Vedete, il discorso è questo: capirei che mi chiedessero di aggiungerli ai contatti dopo che hanno letto il mio blog (ma qui non compaio con nome e cognome e chiaradavinci su FB non c’è), che hanno visto la mia pagina di lavoro o che mi hanno conosciuto tramite il GAS, o in palestra, o al supermercato, però in genere a chiedermi di aggiungerle trai contatti sono persone che di me hanno visto sono una misera foto sfocata (perché quella con le treccine, potrebbe davvero essere Lara Croft, visto che il dring mi ha fotografato col teleobiettivo), e alle volte manco quella perché a lungo ho avuto un disegno di un cartone di Tim Burton.

Quello che penso è che davvero a ‘sta gente di me non importa nulla, ha solo tendenze esibizioniste.

N.B. Nandi, nemmeno io accetto.

7. Dante A. Ristori - 23 ottobre 2008

Io accetto solo femmine piacenti (ma col tempo si sono drasticamente ridotte, chissà perché). I maschi li respingo, a meno che non siano famosi editori o Bob Dylan.

8. Barbara - 23 ottobre 2008

Ho dovuto cambiare la foto perchè sembravo una pornostar cino-europea compiacente…

9. Barbara - 26 ottobre 2008

..ups, non si è caricato tutto il messaggio…

comunque il senso era che ho dovuto cambiare la foto perchè sembrava ammiccare ai passanti.. Ed io non mi sono iscritta per fare numero o per rimediare un merlo.. ho già il mio uomo invisibbbile 😉
Anche io, però, come Nandina, ogni tanto mi diletto a farmi gli sgnàus (oggi ho la censura su “on” ed è una scocciatura…) altrui.

10. farouchegrande - 26 ottobre 2008

io credo che il mio errore sia stato quello di mettere il nome del posto dove lavoro e/o la foto da para-CHiP scollata. così se qualche emerito/a sconosciuto/a mi chiede “l’amicizzie” (per dirla con D’Annunzio in versione abruzzese) prima lo/a googlo e vedo se c’ha qualche possibile manoscritto nel cassetto (e raga’, non sapete che cantonata pigliate a chiedere l’amicizzie a me: io là dentro sono sì e no la penultima ruota del carro). ho fatto qualche eccezione, un po’ perché agli inizi ero giovane (…pffffff!!!) e ingenua, un po’ per curiosità (per esempio mi piacerebbe sapere cosa può volere da me un americano con la faccia da Johnny Depp della mutua e qualche diploma di scuola teatrale all’attivo) e un po’ perché alla mia… ehm, al mio posto di lavoro incontro un sacco di gente che mi saluta calorosamente e io non ho idea di chi sia, o magari ho la vaga impressione di averli incontrati brevemente nel 2003, così per non sbagliare…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: