jump to navigation

Sfrush 23 gennaio 2009

Posted by chiaradavinci in lector in fabula, meravigliose creature.
trackback

Per colpa di Gipi stamani mi sono svegliata con le borse sotto gli occhi e lo sbadiglio arrugginito.

L’ho letto tutto d’un fiato e quando ho spento la luce ci ho messo un po’ ad addormentarmi. LMVDM è allo stesso tempo un pugno e una carezza (ecco, l’inversione l’ho messa perché Celentano basta). Un libro scribacchiato a mano, fatto di immagini volutamente semplici e bellissime, perché il signor Pacinotti non vuole stupirci con effetti speciali, ma giusto con due righe stortignaccole che di speciale hanno molto di più. Perché virtù luce anche in disadornissimo ammanto, se luce davvero.

Ora, non so se le cose che racconta sono reali, se è proprio la sua autobiografia, però le racconta bene e le mette insieme bene e le fa anche finire bene, ed è tutto un male, male, male accanto a un bene, bene, bene, com’è la vita vera. Voglio dire, non so se le cose sono andate davvero così come le racconta, però sono certa che lì dentro c’è lui. Lui senza protezioni, senza mediazioni ma non improvvisato, indifeso ma non esibizionista.

E’ un libro a zig zag. Si va un po’ di qui, si passa di là, si ritorna di qua, di su e di giù. Gipi butta lì una cosa, se ne va, e poi torna a prenderla e a modo suo la spiega, alla faccia dell’asimmetrico e dell’aguzzo di questo ragazzo dalla faccia aguzza e asimmetrica.

Racconta di un mancato stupro a due passi, di un quasi-suicidio, di problemi di droga e di erezione, di amori mancati, di amici che vanno e vengono, di cose non dette ritirate fuori dopo tanto, di adolescenti pisani (sdoganatissimi, quasi quasi chiedo la cittadinanza). Racconta tutto con una semplicità e una naturalezza che disarmano, con una sincerità che fa quasi tenerezza e che – se uno ha visto l’intervista di Miss (precisazione antipecoreccia: è una I quella tra la P e la S) Pissera Bignardi – è impossibile non prendere sul serio. Ecco, questo sì, il libro è serio. Bello e serio, anche se ogni tanto fa ridere. Serio e non pesante, serio in bianco e nero, serio ogni tanto a colori.

Colorate, dettagliate e per certi versi più realistiche sono le tavole extra. La storia dei pirati che su una nave trovano un solo superstite, magro magro, col nasone e le orecchie a sventola (o chi sarà mai? Pippo Baudo? Franco Battiato? Pippo Franco?) e gli chiedono di raccontare storie d’amore, perché loro le donne non le vedono mai. Però lui non ce la fa a raccontarle e per punizione lo abbandonano su un’isola sperduta. Su quell’isola succede un po’ di male e un po’  più di bene e alla fine si giunge alla conclusione che uno è felice se capisce cosa vuole ed è capace di esprimerlo. Come gli indigeni dell’isola. Loro dicono solo “sfrush”, parola che vuol dire tutto, ma il suo significato dipende dal sentimento di chi la pronuncia. “E’ un linguaggio onesto”, almeno lui.

Se non si fosse capito, m’è garbato tanto e ora vo a dipingere Garibaldi di blu. Sfrush.

Annunci

Commenti»

1. Sauro - 23 gennaio 2009

Sfrush! 🙂

2. rbernascone - 23 gennaio 2009

ero indecisa se comprarlo o no, e ora direi di sì, no?

3. chiaradavinci - 23 gennaio 2009

Ross non lo so se incontrerà i tuoi gusti, però è un libro un po’ speciale e forse a una persona speciale come te può anche piacere.

4. arancioeblu - 27 gennaio 2009

è molto bello e anche a me è sembrato molto vero.
le tavole in cui racconta di aver imparato a nuotare racchiudono una vita intera

5. chiaradavinci - 27 gennaio 2009

per qualche ragione immaginavo che quei disegni sarebbero piaciuti anche a te e a dire il vero avrei voluto scansionarli e metterli nella recensione, ma poi ho temuto di viiolare qualche copyright. danno l’idea di come ci si sente nuotando, solo ma in comunione con l’universo.

6. alexdoc - 27 gennaio 2009

Impagabile, esilarante, strepitosa la tua “precisazione antipecoreccia”. Chissà a chi è rivolta però, perchè neanche il Sofrino riuscirebbe a mettere un’altra vocale diversa dalla I, parlando della sua Daria. E io faccio fatica a immaginare una più pissera di lei… Mi ha fatto nascere proprio adesso una domanda: esiste il superlativo assoluto di pissera? Pisserissima? “Pischerrima”?! Se esistesse, ci vedrei bene una foto della Bignardi di fianco, in un dizionario per i non-toscani. 😉

7. chiaradavinci - 27 gennaio 2009

ma no, ma no, quella della Bignardi pissera era una citazione, lei è troppo snob e pure troppo intelligente per essere pissera. pissera è quella sovrappeso che conduceva Domenica In, mentre il tro***ne che si finge pissero è la Blasy. la pissera è bigotta, con la gonna a pieghe e moralista al massimo, la Bignardi è un po’ sciura (e qui si vede che so le lingue, eh?) e un po’ puzzona.

8. alexdoc - 28 gennaio 2009

E mi hai fatto crepare dal ridere ancora, come ogni volta che affronti quest’argomento. Sulla “Ilary” hai centrato in pieno, e “sciura & puzzona” suona da dio, qui si vede davvero la poliglotta (e la fuoriclasse) che sei.

9. Rudi - 29 gennaio 2009

Lo sai, vero, che – avendoti letto – sono stato io a procurarmi 3 diversi libri di Gipi, e che mia moglie me li ha scroccati? Perché, se non lo sai, te lo dico adesso…

10. chiaradavinci - 29 gennaio 2009

Rudi, me lo sono segnato.

11. Ilsa A.G. - 2 febbraio 2009

Me lo sono regalato per Natale dopo aver visto quella splendida intervista dalla Daria (ovviamente è stato immediato e inguaribile colpo di fulmine per il timido perticone) e me lo sono letto avidamente durante le vacanze: bello bellissimo bellissimissimo! L’hai raccontato in modo splendido 🙂
ciao, ls

12. chiaradavinci - 2 febbraio 2009

Ilsa, ho visiato diverse volte il tuo blog ma ho capito solo in questo precisissimo istante chi sei… Bentornata!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: