jump to navigation

Fratellanza animale 27 settembre 2009

Posted by chiaradavinci in da vinci's family.
Tags:
trackback

Tanto due amiche dell’asilo nido quanto il cuginetto spagnolo di Marlonbrando sono appena diventati fratelli maggiori e anche il nano ha iniziato a dire in giro che la mamma ha un bambino nella pancia.

Così come ho tranquillizzato parenti, amici e sconosciuti cui lui lo ha raccontato con tanto orgoglio, altrettanto tranquillizzo i lettori di Egolalìa: no, non sono incinta e non ho nemmeno intenzione di provvedere a breve.

Marlonbrando ha però intanto deciso che nella sua pancia cresce un coniglio morbido e peloso.  E’ sardo, si chiama Barbara e oggi abbiamo scoperto che non ama le cozze.

"Gli farò un'offerta che non potrà rifiutare: in umido con l'ulive".

"Gli farò un'offerta che non potrà rifiutare: in umido con l'ulive".

Annunci

Commenti»

1. Lupus - 28 settembre 2009

Teso’, nel vedere la foto ho avuto un flesc… Ultimo tango a Parigi, Isso senior racconta di avere avuto una madre molto, molto poetica… è proprio fratellanza animale!
Confidiamo solo nella distinzione della specie, sennò, vista la precocità dimostrata dal “pregno” infante, te costerà un capitale in burro… e l’olio extravergine d’oliva locale non surrogherebbe: dopo un po’ frigge… experientia magistra!

2. Mammamsterdam - 29 settembre 2009

I miei invece hanno talmente interiorizzato il messaggio che qui non si sa se arriva un altro fratellino perché mamma comincia ad avvicinarsi alla data di scadenza, che Orso ha deciso che lui vuole una cavia. Però una cavia che possa fare dei piccoli. non una cavia vecchia.

Io le donnole e il collegamento alla maternità nella storia, mitologia ecc. l’ho pure capito, ma tutti questi roditori, me la spiegate com’è la questione? O fanno il lavaggio del cervello ai nostri figli con i messaggi subliminali e noi noi ce ne siamo mai accorti?

Brutta cosa gli archetipi.

3. rbernascone - 23 ottobre 2009

credo che nella prossima vita gliene faro’ un sacco di fratellini, non proprio come i conigli, ma l’esperienza del figlio unico l’ho fatta e mi basta per un po’!

4. chiaradavinci - 23 ottobre 2009

io l’esperienza del figlio unico purtroppo l’ho subita, e in realtà sarebbe bastata anche a me, però insomma, facciamo che ci pensiamo.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: